L’ALBERGO DEL BUON PADRONE

Cerchiamo albergo per questa notte

Anche una stalla, una roulotte

Guarda che bella quella pensione

Si chiama “l’albergo del buon padrone”

A me quel nome non mi va giu

Io padroni non voglio piu 

Ma andiamo andiamo proviamo a bussare

Solo una notte dovremo restare

Ahi ahi ho visto che c’e un cartello

E non racconta niente di bello

Vietato l’ingresso

Ingresso permesso a chi ha gli stivali

Vietato ai poveri e agli animali

Cavolo cavolo che scalogna

Mi sento un verme un topo di fogna

Cribbio cribbio invece io no

E se mi gira ci entrero 

Mannaggia mannaggia mi faccio pena

Io gia pensavo a una buona cena

Boia di un mondo ma com’e 

Capita sempre tutto a me

Provate a guardare dalla finestra

Saranno andati ad una festa

E se e cosi potrete entrare

Fare la pappa e poi filare

Cavolo cavolo cosa vedo

Non ci credo non ci credo

Sedute al tavolo cinque persone

Una di loro, il mio padrone!

Cribbio cribbio che effetto mi fa

Anche il mio padrone e la

Boia di un mondo ma com’e

La mia padrona e con gli altri tre

Mannaggia mannaggia mi viene la bile

C’e il mio padrone con il fucile

Cavolo cribbio ma com’e

Qui vi conviene telare, ahime

Dovrete dormire sotto le stelle

Se ci tenete a salvare la pelle

Cavolo cribbio ma com’e

Qui ci conviene telare, ahime

Dovremo dormire sotto le stelle

Se ci teniamo a salvare la pelle

Pero pero ne ho gi abbastanza

Di aver ragione e aver vuota la panza

Pero pero mi sembra idiota

Aver ragione a panza vuota

Pero pero mi rovino la vita

A sognarmi gia bella e bollita

Anch’io anch’io a quei signori

Diamo battaglia e cacciamoli fuori

Tutti insieme siamo forti

Diamoci dentro con quei beccamorti

Siamo forti tutti insieme

Quei beccamorti pestiamoli bene

Siamo insieme forti tutti

Quei beccamorti conciamoli brutti

Tutti insieme forti siamo

Quei beccamorti li polverizziamo